L’indagine sul covid-19 deve avvenire

Ci sono molte speculazioni online sulle origini del coronavirus con la fonte più probabile che è un mercato di animali a Wuhan, in Cina. Resta inteso che in questi mercati gli animali sono tenuti in condizioni antigeniche tali da essere considerata crudeltà sugli animali in altri paesi. Tuttavia non è la prima volta che un tale virus ha iniziato la sua forma di vita distruttiva negli esseri umani in questo modo. La Sars è un’altra.

Un’altra teoria avanzata è che il coronavirus sia iniziato in un laboratorio di Wuhan. Questo è stato suggerito da alcuni politici americani. C’è un vecchio detto: “Non c’è fumo senza fuoco”, quindi questo ha forse qualche merito, ma è difficile trovare prove senza prove e la Cina difficilmente collaborerà con qualsiasi indagine, specialmente se ha fatto male.

L’America, e in particolare il presidente Trump, non hanno paura di puntare il dito verso la direzione della Cina. È un peccato che altri paesi non seguano l’esempio. Sospetto che così tanti di loro si affidino alla Cina per il commercio e il turismo che hanno troppa paura di parlare per aver offeso i loro partner commerciali cinesi.

Ciò che sembra essere al centro dei problemi del mondo è che non esiste un paese che sia responsabile di un’autorità superiore. Sicuramente alcune nazioni canaglia hanno sanzioni contro di loro per le loro azioni, ma molti paesi del primo mondo difficilmente possono affermare di essere perfettamente puliti per quanto riguarda i diritti umani e altre questioni.

L’arroganza sembra essere il problema. Nessuno ci dice cosa fare!

È una coincidenza che i paesi più colpiti dal covid-19 siano gli Stati Uniti e il Regno Unito, entrambi considerati paesi madre per tanti altri. Alcuni dei paesi più piccoli hanno avuto almeno l’umiltà di guardare a quello che è successo in altri paesi con il covid-19 e di imparare da come l’hanno affrontato; non solo i loro successi ma anche i loro errori. L’arroganza dice: “Lo faremo a modo nostro”.

Non c’è dubbio che sia necessario condurre un’indagine sull’origine del coronavirus, ma chi costringerà la Cina a collaborare?

Il primo ministro australiano Scott Morrison ha menzionato la necessità di un’indagine su come è iniziato il coronavirus e la Cina ha minacciato di non accettare le esportazioni di carne.

Cosa hanno da nascondere (la Cina)?

Il modo in cui gli altri paesi si comportano influisce sugli altri, un perfetto esempio di ciò è la crisi dei migranti che è stata provocata dalle violazioni dei diritti umani in alcuni paesi.

Le Nazioni Unite, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), la Commissione per i diritti umani e Amnesty International fanno un buon lavoro nel mondo, ma nessuno di loro ha alcuna autorità per costringere un determinato paese a fare questo e quest’altro.

Ci deve essere un’organizzazione a cui tutti i paesi sono soggetti.

Penso che la Nuova Zelanda, l’Australia e altri paesi debbano ampliare i propri orizzonti e cercare nuovi mercati. Taiwan, Singapore e Corea del Sud sono stati tutti responsabili nel trattare con covid-19, quindi perché non esplorare i loro mercati e aprire rotte turistiche con quei paesi? Siamo diventati troppo dipendenti dal fatto che la Cina ci esponga al ricatto economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *