La pandemia di coronavirus è riuscita a mettere in luce due crisi in parallelo: una crisi sanitaria e una crisi economica. Si prega di notare che non sto suggerendo che la pandemia abbia causato queste crisi. La salute era già in crisi e così anche l’economia. La pandemia è servita solo a smascherare la merda che esisteva già. Come si suol dire, non si sa mai chi sta nuotando nudo fino a quando la marea non si abbassa.

Ora, iniziamo con la crisi sanitaria. Il virus ha dimostrato il suo effetto mortale prevalentemente su persone già malate. E di cosa sono stanche queste persone? A quanto pare, la maggior parte delle vittime di COVID-19 sono persone con varie condizioni cardio-vascolari e diabete, che sono già tra le principali cause di morte nel mondo. È importante sottolineare che la medicina moderna ha incluso le condizioni cardiovascolari e il diabete sotto i cosiddetti sindrome metabolica che, in poche parole, è causato da un consumo eccessivo di cibo spazzatura. Sì, è giusto! La sindrome metabolica (cioè ipertensione, glicemia alta, iperinsulinemia, eccesso di grasso addominale, alti trigliceridi e bassi livelli di colesterolo “buono”) è principalmente causata dal cibo spazzatura e può essere invertita solo con i cambiamenti dello stile di vita (nessun farmaco necessario nel 99 % dei casi). Quindi, la regola consuma meno è imperativo applicare quando si tratta di aumentare la salute e prevenire non solo le malattie ma anche la morte (infatti, soprattutto la morte, e soprattutto la morte da COVID-19). È importante sottolineare che se rinunci al cibo spazzatura stai effettivamente uccidendo molti piccioni con una fava: in primo luogo, inverti la sindrome metabolica migliorando così i tuoi marker cardio-vascolari e il metabolismo degli zuccheri (tra molti altri indicatori di salute come chiarezza mentale, livelli di energia, sonno, umore, ecc.). In secondo luogo, inizierai naturalmente a consumare meno cibo in generale. Ecco come funziona: il cibo spazzatura è progettato per renderti dipendente e desiderare di più (di tutto), quindi non consumando cibo spazzatura puoi regolare l’appetito, dare il via alle tue abitudini di dipendenza, aumentare la tua sazietà e iniziare a mangiare meno calorie complessive . (Per inciso, la riduzione dell’apporto calorico è un fattore principale della longevità). Ultimo ma non meno importante, finirai per risparmiare denaro facendo cadere il conto del cibo (per non parlare del risparmio sulla carta igienica!), Il che mi porta al punto successivo: la crisi economica.

Quindi supponi di esserti impegnato a non mangiare cibo spazzatura e ora hai denaro in eccesso. (Ricorda: non mangiare spazzatura significa che non sei costantemente affamato e / o dipendente dal cibo, il che a sua volta significa che hai bisogno di molto meno cibo reale per sentirti sazio). Ora, cosa fai con questa liquidità in eccesso? Usalo per comprare più cose, andare più spesso nei ristoranti o viaggiare di più? Affatto! Applichi alle tue finanze la stessa regola che hai fatto alle tue abitudini alimentari: consuma meno! E risparmia di più! Immagina solo se avessimo applicato quella regola prima della pandemia, diligentemente e costantemente! Immagina di avere da uno a due anni di spese nascoste per i giorni di pioggia. Immagina se le aziende fossero in quella posizione. Immagina se i governi fossero in quella posizione. Oggi vivremmo una crisi economica? Ovviamente no! E come possiamo assicurarci di non sperimentarlo di nuovo in futuro? Abbastanza semplice: consuma meno. Dobbiamo imparare a vivere al di sotto dei nostri mezzi e risparmiare di più. Se non lo apprendiamo, non abbiamo imparato nulla da COVID-19. Se non impariamo a consumare meno (di tutto), c’è un’altra crisi dietro l’angolo che aspetta di insegnarci di nuovo la stessa cosa.

Per inciso, pensi che sia una fortuna casuale che gli Stati Uniti siano stati colpiti più duramente dalla pandemia? Improbabile! Per fortuna, gli Stati Uniti sono la patria del maggior numero di persone grasse con i debiti maggiori. Parla di consumo eccessivo e di pagarne il prezzo.

Infine, vorrei affrontare un argomento famigerato secondo cui il Pianeta non può ospitare così tanti di noi e sta costringendo una popolazione a abbattere la pandemia. Credo fermamente che il pianeta possa accogliere tutti noi. Se solo alterassimo le nostre abitudini di consumo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *