Non c’è dubbio che la pandemia di Coronavirus abbia cambiato radicalmente il modo in cui vivi e il modo in cui pensi a cose che in precedenza davano per scontate. Per la maggior parte, l’infezione provocherà sintomi simili a un brutto caso di influenza, mentre alcuni potrebbero non avere sintomi evidenti. Tuttavia, una piccola percentuale di persone che vengono infettate soffrirà tremendamente e alcune moriranno. All’inizio dell’anno, mentre il virus stava appena raggiungendo le nostre coste, abbiamo osservato altri paesi mentre si trovavano più avanti lungo la “curva”. Ci è stato detto che questo virus potrebbe essere fatale, ma soprattutto per gli anziani che soffrivano già di altre malattie croniche come ipertensione, diabete, malattie cardiache e BPCO. È diventato di fondamentale importanza proteggere i nostri anziani vulnerabili, in particolare quelli che vivono in comunità o case di cura. Abbiamo rimproverato i giovani che hanno festeggiato sulle spiagge durante le vacanze di primavera, riportando il coronavirus nelle loro case, famiglia e nonni.

Poi l’altra scarpa è caduta quando abbiamo saputo di giovani americani ricoverati in ospedale e persino morti a causa di questa malattia della “vecchia persona”. Perché i giovani muoiono negli Stati Uniti e altri paesi non riportano le stesse statistiche che stiamo vedendo qui? Gli altri paesi non riportano in modo accurato o c’è qualcosa di diverso nel virus quando è arrivato negli Stati Uniti? Perché nelle nostre grandi città vediamo tassi di mortalità così elevati (morti per Coronavirus come percentuale della popolazione) che superano i tassi di altri paesi?

Mentre noi negli Stati Uniti possiamo scegliere di ignorare l’elefante nella stanza, altri paesi hanno avvertito della nostra vulnerabilità.


Il sovrappeso è un grave rischio per le persone infettate dal nuovo coronavirus e gli Stati Uniti sono particolarmente vulnerabili a causa degli alti livelli di obesità, ha detto mercoledì il capo epidemiologo francese.


Notizie dal mondo

8 aprile 2020


Gli americani sono tra i più vulnerabili al mondo al coronavirus a causa dei loro crescenti tassi di obesità, diabete e ipertensione

Dailymail.com


Pubblicato: 18:58 EDT, 30 marzo 2020

Altri paesi parlano del problema dell’obesità americana, ma qui negli Stati Uniti diamo la colpa degli esiti negativi del virus all’ipertensione, al diabete e al pre-diabete, alla razza, alla povertà, ecc. Tuttavia, è raro sentire che essere in sovrappeso è un problema. fattore di rischio indipendente anche se è alla base di quasi tutte le malattie croniche che ci rendono vulnerabili.


Il dottor Robert Eckel, presidente di medicina e scienza per l’American Diabetes Association, ha detto a Business Insider che un “internista sofisticato” di New York gli ha detto che almeno il 90% delle persone sotto i 50 anni che ha visto ventilato a causa di COVID-19 erano obeso.

Business Insider 4/11/2020

Sì, America, siamo grassi e non vogliamo parlarne. Ma ci sono buone notizie in mezzo a quelle cattive … Possiamo imparare da questa pandemia e cambiare le nostre abitudini e il nostro stile di vita per diventare più sani e aumentare la nostra immunità allo stesso tempo. Sorprendentemente, spesso perdere solo 10 libbre può invertire il diabete di tipo 2 e migliorare la maggior parte delle altre malattie croniche. E mantenere un peso sano non è solo protettivo per Covid-19, ma anche per altri virus e infezioni influenzali.

Quindi non perdiamo altro tempo America! Puoi intraprendere il percorso verso la salute in questo momento programmando una consulenza sanitaria gratuita per apprendere i passaggi che puoi intraprendere immediatamente per migliorare la tua resistenza a questo e ai virus futuri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *