Mai sentito parlare di tarocchi o tarocchi? Questi erano alcuni dei nomi dei giochi di carte che si crede si siano evoluti nelle carte dei Tarocchi di oggi. Ciò che è fuori dall’ordinario è che nessuno sembra conoscere la vera storia delle carte dei Tarocchi che diventa di per sé un mistero. Per prima cosa, la sua origine non è mai stata provata ma solo presunta.

Diverse versioni di possibili Tarocchi appaiono in luoghi e secoli diversi. In una certa misura, tutto può essere valido per il progresso della storia delle carte dei Tarocchi o solo per teorie casuali. Si dice che le carte dei tarocchi abbiano avuto origine in Cina più di 3000 anni fa. È un fatto che i giochi di carte in forma di tessere e carte erano conosciuti e sempre popolari tra i cinesi. Questa teoria può essere rafforzata secondo cui l’origine originale dei Tarocchi potrebbe essere stata sviluppata in Cina sulla base delle carte da gioco che si sono presentate per la prima volta e sono state utilizzate in Italia nel XV secolo. Come potrebbero venire dalla Cina in Italia? Questo è stato lo stesso periodo di tempo in cui Marco Polo è tornato dalla Cina.

Alcuni ipotizzano di dimenticare il collegamento con la Cina. La prima serie di Tarocchi conosciuta fu creata esclusivamente nel Nord Italia durante il XV secolo. I Tarocchi sono nati come un gioco di carte chiamato tarocchi e presto si sono diffusi in Francia e nel resto d’Europa. Non era associato alla predizione del futuro se non attraverso gli zingari accusati di stregoneria. Nel 1859, a Venezia si svolsero processi di stregoneria che documentavano l’uso di una forma di carte (forse Tarocchi) per la predicazione.

Altri storici dubitano di questa teoria per la storia delle carte dei Tarocchi. Sostengono che sia stato creato in Cina o in Italia. Ritengono che i Tarocchi originali siano stati formulati come un’espansione di 22 carte aggiunte al mazzo di carte da gioco originale dagli antichi egizi. Si presume che molti simboli sui Tarocchi e sui geroglifici egizi siano simili e possano collegarli a questa cultura. Gli egiziani erano una società molto avanzata e misteriosa che indulgeva nell’occulto ma potrebbe aver ottenuto la conoscenza da altrove.

Molti ritengono che la storia delle carte dei Tarocchi risalga anche a più lontano degli antichi egizi. Molti pensano che i Tarocchi risalgano ad Atlantide. Si ipotizza che coloro che vivevano ad Atlantide sapessero di essere diretti alla distruzione. Cominciarono a cercare un modo per preservare la loro conoscenza avanzata e distribuirono le 22 carte. Gli estranei pensavano che le carte fossero un gioco fino a quando i pochi veggenti dotati non hanno acquisito una visione approfondita delle attuali e possibili situazioni future di un soggetto e hanno rilasciato la conoscenza del suo potere.

La storia delle carte dei Tarocchi è anche ipotizzata come solo un altro gioco di carte che si è evoluto in un dispositivo di predizione della fortuna. Tuttavia, anche questo non può essere provato poiché in congiuntura; le regole per un gioco che utilizza 78 carte non sono mai state trovate o le regole delle 78 carte non sono mai state create in primo luogo.

Durante il XVIII secolo, il mazzo dei Tarocchi era usato esclusivamente per la predizione del futuro in Francia. Il primo indovino pagato documentato che usava i Tarocchi si chiamava Alliette. Come indovino, per allusione alla mistica, ha trasformato il suo nome in Etteilla. Ha assegnato significati a ciascuna carta dei Tarocchi, che sono ancora usati oggi nelle letture moderne per la divinazione, la guida e la meditazione. Non ci sono fatti concreti relativi alla storia delle carte dei Tarocchi; è misterioso quanto la comprensione della lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *