In questa edizione speciale di Madness Chronicles, daremo uno sguardo alla follia del Coronavirus. Ricorda, la follia è uno stato di malessere mentale, soprattutto un comportamento grave ed estremamente sciocco e uno stato di attività frenetica o caotica. Diamo uno sguardo al panico in atto in America.

Mia figlia ha chiamato oggi dallo Utah con la notizia che il loro governatore aveva dichiarato lo stato di emergenza. Non ha annunciato raduni di oltre 100 persone. È andata a fare la spesa a Walmart e ha trovato un manicomio. Ha mandato delle foto. Gli scaffali sono spogli! Ha descritto una scena appena uscita dai film. Umm? Sembra essere uno stato di attività frenetica e caotica.

Un’altra figlia ha chiamato e ha descritto gli scaffali vuoti dove c’era la carta igienica in un Walmart vicino a noi nel Montana. Ci sono ora segnalazioni di carenza di carta igienica e disinfettanti per le mani a livello nazionale. Curiosamente, il sapone rimane in abbondanza. Il nostro governatore del Montana, sentito della carenza di carta igienica, ha dichiarato lo stato di emergenza nel Montana.

Nel comunicato stampa del Governatore ha riconosciuto che non sono stati trovati casi di virus, sebbene siano state testate quaranta persone, tutte negative. Ma ha detto che dichiarando “ufficialmente” lo stato di emergenza, avrebbe potuto mettere immediatamente a disposizione 16 milioni di dollari e ciò gli avrebbe permesso di chiamare la Guardia Nazionale del Montana. Essendo veloce anche nella mia vecchiaia, ho pensato, la guardia sarà in grado di proteggerci dal virus?

Mia figlia dello Utah ha richiamato dopo essere tornata a casa e ci ha detto che la chiesa mormone aveva annunciato che avrebbero chiuso tutte le riunioni a partire da lunedì 16 marzo. Di nuovo, essendo veloce nella mia vecchiaia, ho pensato, umm, immagino che il virus non sia in grado di farlo. prendi chiunque fino al 16. Interessante? Ma prima che io e mia moglie tornassimo a casa dopo che le nostre figlie avevano chiamato la chiesa mormone, avevano riconsiderato e annunciato che avrebbero cancellato tutte le riunioni della chiesa in tutto il mondo fino a nuovo avviso. Forse ho incanalato un pensiero in quel modo, non si sa mai.

La scena sopra descritta si sta ripetendo in tutta l’America. Fino a un paio di giorni fa, lo stato di Washington ha riferito che credo nove morti a causa del Coronavirus. Ma se scavi un po ‘più a fondo, scopri che tutti erano anziani e vivevano in case di cura. E nessuno, come in zero, era stato effettivamente confermato dal punto di vista medico di essere morto a causa del virus. Erano solo “sospettati” di morire a causa del virus. Potrebbe esserci un comportamento estremamente sciocco da parte dei media qui? Tu decidi.

L’NBA ha annunciato che stava valutando la possibilità di non consentire ai fan di partecipare ai giochi. Con quella notizia, l’auto-nominato Re di Tutto, Lebron James, ha fatto sapere al mondo che NON avrebbe suonato davanti a posti vuoti. Un paio di giorni dopo, un membro dello Utah Jazz risultò positivo al virus e l’NBA annunciò improvvisamente che avrebbero annullato l’intera stagione. Una forte reazione per un giocatore infetto.

La NCAA aveva precedentemente annunciato che il loro torneo di basket, March Madness, sarebbe stato giocato solo di fronte ai membri della famiglia e ai media. Sappiamo tutti che non possono essere infettati. E il tumbleweed della follia ha guadagnato slancio college, scuole superiori e scuole elementari sono state annunciate chiusure. E lo sapevi che il Surgeon General ha annunciato che l’influenza è più una minaccia per i giovani rispetto al Coronavirus?

A volte la follia è geniale. Ricorda quando Saul Alinsky, lui è Karl Marx 4.0, disse: “Il problema non è mai il problema”. Pensaci per un minuto. Poi si pensi all’ex sindaco di Chicago e capo del personale di Obama, Rahm Emmanuel che dice: “Non lasciare mai che una crisi vada sprecata”. Pensaci per un paio di minuti. E poi pensaci … per un bel po ‘.

Entro sei settimane dagli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, il Patriot Act è stato approvato dal Congresso con un solo voto di dissenso. La legge, dopotutto, era una risposta a una crisi. Destra? Ha portato via molti diritti individuali, ha ampliato i poteri di sorveglianza e ha reso gli americani meno liberi. Interessante?

E se vi dicessi che le disposizioni del Patriot Act sono state scritte molto prima dell’11 settembre? Che cosa? Gran parte di ciò è stato effettivamente scritto durante il periodo in cui il presidente Reagans era in carica. Tuttavia, le proposte furono respinte dal Congresso. Altro è stato aggiunto sotto il presidente Bush, Bush the Older. I piani furono nuovamente negati dal Congresso. Entra il presidente Clinton e l’attentato a Oklahoma City. Boom! Una crisi.

Immediatamente dopo l’attentato di Oklahoma City è arrivato l’Antiterrorism and Effective Death Penalty Act (AEDPA). E quella legislazione conteneva molte delle leggi proposte avanzate da Reagan, Bush e Clinton. Crisi imminenti e il Congresso l’ha superata a pieni voti. Vedere come funziona? Espansione della regolamentazione del governo, difficoltà a far passare la legislazione, introdurre una crisi e tu hai la soluzione. Ripetere. Non è affascinante e inquietante allo stesso tempo? Potrebbe essere una semplice tattica del Deep State? Tu decidi.

Le torri del World Trade Center sono crollate e, come Houdini Bush, The Younger ha la soluzione “scritta” e approvata in sei settimane. Voilà ‘The Patriot Act! Il Patriot Act ha completato la legislazione di tre precedenti presidenti. Non è intelligente? I nostri funzionari eletti potrebbero davvero avere un piano, dopotutto?

Perché la nostra crisi attuale, il Coronavirus, dovrebbe essere diversa? Potrebbe rivelarsi un virus mortale che devasta il mondo. Oppure potrebbe essere una bandiera falsa. Sii il giudice. Ma ricorda, il problema non è mai il problema e non lasciare mai che una crisi vada sprecata.

Possiamo svegliarci da questa follia prima che sia troppo tardi. Ti auguro buona salute e fino alla prossima volta … divertiti, goditi la vita e fai attenzione alla follia tra noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *